Articoli

L’INAIL avvia le procedure per il pagamento per i medici certificatori esterni.

Il Ministero del Lavoro, sottolineando come il lavoratore che paghi il certificato al medico sia discriminato rispetto a un altro, riteneva un obbligo a titolo gratuito l’emissione delle certificazioni INAIL da parte dei medici esterni per cui ad oggi non veniva retribuita la compilazione dei certificati di infortunio e malattia professionale ai medici ospedalieri o del territorio che si fossero “profilati”, mediante accreditamento presso una sede INAIL, ricevendo le credenziali di accesso alla piattaforma web INAIL.

Leggi tutto l'articolo

Intervento del Presidente regionale dr. A. Chiodo sull'improprio utilizzo dei codici di priorità da parte del CUP

Gentile Direttore,
con l’introduzione dei codici di priorità sulla ricetta, finalmente si è associata la malattia ai tempi di diagnosi e cura ovvero alla certezza di una tutela puntuale della salute del paziente. Purtroppo i codici di priorità certificano i tempi di esecuzione di una visita o di un esame, ma non la sede di espletamento delle prestazioni. Di conseguenza, al fine di evitare costosi trasferimenti di diversi chilometri dalla propria residenza, la priorità cronologica della prestazione diventa “merce” di un negoziato tra il paziente, o chi ne fa le veci, ed il personale del CUP.

Leggi tutto: Intervento del Presidente regionale dr. A. Chiodo sull'improprio utilizzo dei codici di priorità...

ENPAM questa sconosciuta

Relazione del dr. Benfatti
ENPAM, QUESTA SCONOSCIUTA!
Uno sguardo nelle “stanze” dell’Ente

Obblighi di gestione di un'associazione (sindacale)

Molte associazioni nascono e vivono senza badare troppo agli aspetti amministrativi, ossia a tutte quelle attività che non riguardano direttamente le finalità associative ma che sono invece richieste dalla normativa vigente.
Tale prassi, piuttosto comune, deriva da una convinzione abbastanza diffusa, ossia che le associazioni non sono e non saranno mai soggette a controlli fiscali; e nel qual caso lo fossero, non si vedrebbero comunque contestate tali mancanze.
In buona sostanza, chi gestisce un’associazione pensa che sarà impossibile ricevere una sanzione per non aver compilato il verbale di assemblea, oppure per non aver rispettato le regole dello Statuto.

Leggi di più

CARE Puglia

Le prerogative del CPR sono regolamentate dall’art. 24 dell’ACN il quale sanisce, come principio essenziale e prioritario, quello della contrattazione regionale che deve portare alla definizione dell’Accordo integrativo regionale (AIR).
Pertanto anche il Care Puglia deve essere inserito nell’AIR che deve considerarsi “aperto” sia in ossequio all’ACN 2018 sia in relazione all’entrata in vigore della delibera regionale ( n. 1935 del 30.10.2018) che rende esecutivo il “ Puglia Care”.
La Puglia non ha mai rinnovato l’AIR dal momento della sua istituzione, ma ha sempre aggiunto, di volta in volta, norme senza una “cornice” istituzionalmente rinnovata ed associata alle indicazioni dell’ACN che ne determina i contenuti e le fasi.
Ciò ha anche penalizzato soprattutto lo SNAMI che non si è visto riconoscere il proprio potere contrattuale intorno ai Tavoli di concertazione.

Scarica il documento e leggi tutto l'articolo

Pagina 1 di 31

INAPPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA

Non necessariamente il mancato raggiungimento di un obiettivo di spesa deve essere associato alla violazione delle norme del Codice deontologico o di quelle dell’ACN. Più precisamente,

Approfondisci

ATTIVITA’ DELLE SEZIONI PROVINCIALI

Sezione SNAMI di Bari
Sezione SNAMI di Brindisi
Sezione SNAMI di BAT
Sezione SNAMI di Foggia
Sezione SNAMI di Lecce
Sezione SNAMI di Taranto

Corriere Medico

Modulo d'iscrizione

Scarica il modulo d'iscrizione, compilalo e consegnalo agli sportelli preposti.

Login Form

Agenda Snami Puglia