Strabiliante dichiarazione del Segretario FIMMG: H24 a Costo Zero

mililloMa chi dà a quest'uomo il potere per fare affermazioni sulla pelle e sulle tasche di 60 mila Medici Convenzionati se l'85% di essi boccia tale tipo di riforma? Gli iscritti alla FIMMG hanno il diritto di sapere in quali mani hanno rimesso la propria delega.

La riforma dell'h24 per le cure primarie «può partire anche a costo zero» anche se «non si può fare tutto senza risorse». Lo sottolinea, al termine dell'audizione in commissione Affari sociali della Camera Giacomo Milillo, segretario della Fimmg che insieme alla Simg e alla Fimp, ha presentato ai deputati un documento unitario con alcune richieste di «piccole precisazioni», promuovendo comunque il decreto nel suo complesso

È importante, spiega Milillo, intanto «incominciare», partendo dal presupposto che l'h24 di fatto c'é già perché «i cittadini possono contare sul medico di famiglia di giorno e sulla guardia medica di notte e nei festivi». Il problema «è che questi due settori lavorano separati» e «garantiscono solo una copertura oraria» e non «davvero la continuità dell'assistenza». L'obiettivo quindi deve essere quello di «superare le strutture parallele dei medici di medicina generale e di guardia medica» andando verso «il ruolo unico del medico». Si tratta di iniziare collegando "in rete" i medici di famiglia, i pediatri di libera scelta, la guardia medica, e gli specialisti ambulatoriali, mettendo in piedi una sorta di organizzazione «liquida» in cui i camici bianchi devono essere «flessibili». La logica, aggiunge, «deve essere quella di rispondere alla maggior parte d ei bisogni vicino al paziente» non di costruire «altri ospedali sottoforma di maxi-ambulatori attrezzati» per i quali, peraltro, «servirebbero risorse, che al momento non ci sono. Nel 2006» ricorda «si era stimato in 1,5 miliardi l'anno il costo per la realizzazione effettiva della macchina h24». Le Regioni, aggiunge, «fino ad ora hanno fatto resistenza ma sono ottimista nella possibilità di aprire un vero dialogo in cui siano ascoltate le proposte nel merito ma senza tornare indietro».

INAPPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA

Non necessariamente il mancato raggiungimento di un obiettivo di spesa deve essere associato alla violazione delle norme del Codice deontologico o di quelle dell’ACN. Più precisamente,

Approfondisci

ATTIVITA’ DELLE SEZIONI PROVINCIALI

Sezione SNAMI di Bari
Sezione SNAMI di Brindisi
Sezione SNAMI di BAT
Sezione SNAMI di Foggia
Sezione SNAMI di Lecce
Sezione SNAMI di Taranto

Corriere Medico

Modulo d'iscrizione

Scarica il modulo d'iscrizione, compilalo e consegnalo agli sportelli preposti.

Agenda Snami Puglia